Il Punto del Presidente

E’ difficile dire a che punto siamo. Sicuramente stiamo attraversando un momento difficile, forse un punto di non ritorno ma sicuramente quale periodo sia è il momento più che mai di avere speranza e rimanere uniti.
Il ddl che sta facendo il suo iter in parlamento è il chiaro sintomo dell’evoluzione dei tempi.Stravolge l’assetto della farmacia come la conosciamo e sicuramente apre tanti spiragli di insidie ancora sconosciute e abilmente celate. Di certo per adesso c’è che il trinomio farmaci-farmacisti-farmacie esiste ancora e che la pianta organica è ancora un punto fermo. Ma cosa succedrà ai molti con l’ingresso dei capitali è ancora da vedere. Certo si corre il rischio di vedere l’interesse economico superare quello sanitario e sociale, trasformare tutto in cose che comunque un prezzo ce l’hanno. Ma la salute pubblica non è merce di scambio e la sua valutazione non può essere ridotta ad una manciata di euro più o meno , magari dal vicino c’è pure lo sconto!
E’ arrivato il momento che il farmacista evolva anch’esso con il tempo.
Formazione e professionalità devono essere le parole chiave dei giovani professionisti senza mai dimenticare che il farmacista è il primo front-office del sistema sanitario Nazionale e che insieme all’azione coordinata di tutti gli operatori sanitari ha il compito precipuo di tutelare la salute dei cittadini.
Ed è da sempre la cosa migliore che sappiamo fare!
Certo va ridisegnata una nuova figura professionale più completa. A partire da un aggiornamento del corso di laurea, ad un ampliamento delle competenze e ad un inserimento in quella che dovrà essere la farmacia del futuro:la farmacia dei servizi.
Con coraggio affrontiamo la sfida perché siamo in grado di uscirne vincenti.

Dr.ssa Pia Policicchio
Presidente Fenagifar

Lascia un commento