Il Punto del Presidente

Eppur si muove! In un momento così difficile come questo in cui la professione può subire il grande colpo dell’entrata dei capitali, il ministero della salute ci convoca per testimoniarci come per loro il farmacista sia ancora oggi una professione degna di una notevole considerazione. Non per l’aspetto economico che sembra suscitare ma per quello professionale e per la capacità che ancora oggi gli viene riconosciuta di tutela della salute pubblica; in pratica come una “longa manus” sul territorio del nostro sistema sanitario.
Sebbene i pareri siano contrastanti rimane ancora oggi uno dei migliori al mondo tanto da essere anche studiato dal sistema americano!
La convocazione al tavolo di concertazione su attività farmaceutica e valorizzazione del ruolo del farmacista in cui erano presenti tutti gli attori della professione da Fofi a Federfarma , passando da Assofarm, Utifar, Sifo, FNPI, e ovviamente anche noi è stato di grande importanza nell’ottica della tutela della professione e del “sistema” stesso .
Di granda rilevanza questo incontro soprattutto perchè è stato messo in evidenza come ogni obiettivo che deve essere raggiunto sia conseguenza di un risultato di massima concertazione e condivisione delle parti.
Dalla discussione sono emersi ancora molti nodi da scioglire e sono stati portati all’attenzione del ministro condizioni senza le quali parlare di professione e professionalità diventa molto difficile.
E’ emersa la necessità di una stabilizzazione del sistema che parte dal rinnovo della Convezione e dall’attuazione dei decreti sulla farmacia dei servizi ma anche di un cambiamento della base a partire dalla formazione. E’ necessario un adeguamento culturale alle necessità attuali e ad un sistema sociale che è cambiato con il risultato di una professione innovativa senza mai distogliere lo sguardo dalla storia che l’ha resa grande.
E’ il momento di dimostrare di avere coraggio, di essere pronti al cambiamento , soprattutto di governarlo piuttosto che subirlo e sono certa che noi giovani siamo pronti a fare la nostra parte!

Il Presidente
Pia Policicchio

Lascia un commento